Abstracts + Programma: Sinestesia del Simposio IASAS e lo Studente

I relatori principali per la sinestesia e lo studente sono:

Daphne Maurer: "Un alfabeto color arcobaleno: una prospettiva evolutiva sulla sinestesia"

(27 maggio 2022 10:00-10:55 EDT)

Giulia Simner: “Sinestesia nei bambini”

(27 maggio 2022 02:00-03:00 EDT)

Seguono gli abstract degli altri talk in programma.

********************************************

Anderson, Corin: (28 maggio 2022 5:40-5:59 EDT)

Università Napier

Un'esplorazione della composizione della sinestesia uditivo-visiva

Il mio dottorato è un'esplorazione autoetnografica di come la mia pratica di composizione musicale sia influenzata dalla mia sinestesia. Come sinesteta uditivo-visivo, percepisco la musica come forme colorate e strutturate nella mia mente. Lo scopo del mio dottorato di ricerca è indagare come le mie esperienze sinestetiche influenzino la musica che faccio, producendo un album di musica elettronica e riflettendo criticamente sulla mia pratica compositiva, utilizzando un metodo autoetnografico proposto da Chang (2008). Questo articolo fornirà un resoconto in prima persona della mia sinestesia e di come influenza la musica che compongo, con l'intenzione di aumentare e migliorare la consapevolezza pubblica della sinestesia e dei suoi benefici creativi (van Campen 2010). Saranno discusse quattro aree chiave del mio dottorato di ricerca: (1) temporalità e spazialità; (2) traduzione e reverse engineering; (3) l'impatto del timbro sulle visualizzazioni di forma e colore; e (4) l'impatto del timbro sulle visualizzazioni di consistenza, peso e stato della materia.

In primo luogo, verranno esaminate le opere musicali che implicano manipolazioni temporali e spaziali e il loro impatto sulla corrispondente esperienza sinestetica. In secondo luogo, spiegherò come, attraverso un processo di audiazione (Gordon 1999), sono in grado di tradurre le immagini visive in musica mediante il reverse engineering della mia sinestesia (cioè, pensando nella direzione opposta che normalmente scorre la mia sinestesia). Questo approccio innovativo alla produzione musicale non è stato precedentemente studiato nella letteratura accademica. Parlerò poi del timbro e del suo impatto sulla forma e sul colore dei miei fotismi sinestetici. Saranno esaminate le composizioni che presentano in modo prominente mutazioni e trasmutazioni timbriche (Roads 2015) e verranno prese in considerazione le loro relazioni con il suono e la forma. Infine, spiegherò come anche le visualizzazioni dei timbri sembrano avere consistenza e peso e si materializzano come sostanze solide, liquide, gassose o simili al plasma. Sebbene queste proprietà tendano ad essere comprese tattilmente, possono anche essere accertate attraverso (nel mio caso, sinestetico) l'osservazione visiva (Sun et al. 2016). Molte delle mie composizioni musicali esplorano quindi come diverse combinazioni timbriche inducano fotismi che sembrano avere una molteplicità di trame, pesi e stati della materia.

Esaminando le quattro aree chiave del mio dottorato, questo articolo dimostrerà come le esperienze sinestetiche uditive-visive possono essere retroingegnerizzate al fine di tradurre le immagini visive in suoni musicali e come la manipolazione temporale e spaziale e la trasformazione timbrica possono influenzare l'esperienza sinestetica. Per le sue implicazioni artistiche, scientifiche e pedagogiche, questo articolo può essere di interesse per musicisti, psicologi e insegnanti.

********************************************

Oscar Bowen Hill (27 maggio, 09:00-09:19 EDT)

Bauer, Matilde(1), Oscar Bowen-Hill(1), Magda del Rio(1), Charlotte Rae(1), Ivor Simpson(2), Chris Racey(1) e Jamie Ward(1): (27 maggio, 09:00-09:19 EDT)

(1) Scuola di Psicologia, Università del Sussex, Regno Unito

(2) Scuola di Ingegneria e Informatica, Università del Sussex, Regno Unito

Sviluppo di biomarcatori connomici per la sinestesia

Autori:

La sinestesia è stata postulata come il risultato di una connettività atipica (es. iperconnettività localizzata), ma ci sono una miriade di modi in cui ciò potrebbe manifestarsi. Utilizzando i protocolli HCP (Human Connectome Project), creeremo più biomarcatori cerebrali candidati basati su dati MRI strutturali e funzionali (stato di riposo). Questi verranno utilizzati per prevedere l'appartenenza al gruppo (synestete v. non-synaesthete) utilizzando procedure di apprendimento automatico con validazione incrociata e replica diretta dei biomarcatori più promettenti. Il progetto creerà un repository disponibile gratuitamente di 100 cervelli sinestetici, inclusi questi dati di imaging e alcune misure comportamentali (non incluse in questa presentazione). Ad oggi sono stati scansionati un totale di 100 cervelli sinestetici e sono stati ottenuti anche vari set di controllo. Verrà presentato un piano di analisi, insieme ai risultati preliminari comprensivi dei set di dati qui sopra menzionati, sulla base di protocolli preregistrati (https://osf.io/ycqgd/).

********************************************

Berger, Joshua: (28 maggio 2022, 03:00-03:19 EDT)

Facilitazione in sinestesia e SYNCalc

Nel 2019 e nel 2021, abbiamo riportato il primo esempio sottoposto a revisione paritaria di un dispositivo che utilizza le percezioni simultanee dei sinesteti, il Digital-Colour Calculator (DCC). Il DCC è un'applicazione calcolatrice che consente all'utente di impostare i colori di visualizzazione dei singoli simboli. Inizialmente progettato per una persona con discalculia (dislessia matematica) e sinestesia, il DCC si basa sul seguente principio. I segnali di corrispondenza sono facili da elaborare. Al contrario, i segnali contrastanti sono più difficili da elaborare. In effetti, questo principio è alla base di molte dimostrazioni fondamentali della psicologia sperimentale. Ad esempio, questo può essere apprezzato direttamente considerando il cosiddetto Stroop Test. In questo test, i partecipanti leggono le "parole colorate" visualizzate in modi che corrispondono o non corrispondono al loro significato semantico, ad esempio rosso, giallo, blu, verde, arancione. Una differenza nei tempi di reazione dei partecipanti in genere quantifica l'effetto di questa differenza nelle informazioni del segnale. È possibile dimostrare tre tipi di risultati a seconda che i segnali elaborati siano congruenti (corrispondenti), incongruenti (non corrispondenti) o neutri: l'effetto di congruenza è la differenza nella velocità di risposta a uno stimolo congruente e uno incongruente; l'effetto di interferenza è la differenza di velocità di risposta a uno stimolo incongruente e neutro; e l'effetto di facilitazione, è la differenza nella velocità di risposta a uno stimolo congruente e neutro. Nonostante la dimostrazione standard degli effetti di congruenza e interferenza a livello di gruppo in sinestesia, che è stata utilizzata per evidenziarne l'automaticità, gli effetti di facilitazione a livello di gruppo devono ancora essere riportati. In questo documento, descriviamo l'osservazione di un apparente effetto di facilitazione a livello di gruppo sui tempi di reazione di un gruppo di persone con sinestesia (n = 40) durante un'attività simile a Stroop sinestesia. Questo rapporto si aggiunge alla base di prove a sostegno di questa nozione: gli strumenti che riflettono la sinestesia di un individuo potrebbero essere di utilità dimostrabile per molte persone con sinestesia, piuttosto che solo per quelle con una difficoltà casuale in un dominio specifico, ad esempio, come dimostrato nel nostro caso indice.

********************************************

Blake, Nina e Brooke Taylor: (28 maggio 03:20-03:39 EDT)

Aiutare i bambini a utilizzare il loro uBOS (sistema operativo unico del cervello) a scuola

Vorrei condividere il nostro viaggio genitoriale australiano degli ultimi 3.5 anni guidando la nostra figlia sinesteta di 13 anni dall'elusione scolastica all'inizio con successo della scuola secondaria. Nostra figlia è stata sopraffatta ed esausta durante la navigazione scolastica a causa del suo colorato uBOS (unico sistema operativo cerebrale), che ha reso necessario il trasferimento delle scuole a metà anno 5. Il suo nuovo insegnante e la sua scuola hanno trasformato la sua esperienza educativa ed è il motivo per cui è ancora a scuola. Discutendo con questa insegnante, la signora Brooke Taylor, che le ha insegnato anche al settimo anno (l'ultimo anno di scuola elementare), fornirà informazioni per questo articolo sulla sua cultura di classe che ha trasformato l'esperienza educativa di nostro figlio.

Abbiamo 3 bambini sinesteti, il figlio MB di 16 anni e le figlie gemelle fraterne di 13 anni EB e PB. MB e PB stanno andando bene mentre l'istruzione di EB è stata fortemente influenzata. EB ha iniziato bene la scuola, fino a quando ha compiuto 7 anni, poi ha lottato ma non riusciva a spiegare perché e non ha mai menzionato i colori che vedeva, sentiva, annusava, assaporava o provava. La sua lettura ad alta voce da un libro normale (testo nero su carta bianca) è gravemente regredita.

A 9 anni, abbiamo appreso della sinestesia dei nostri figli e abbiamo scoperto che le lettere ei numeri di EB sono su sfondo nero. Abbinare questo background è stata la chiave per sbloccare le sue lotte educative. Quando leggeva ad alta voce un testo bianco su sfondo nero, la differenza era immediata e la stimavo come una differenza di lettura di due anni. Nel corso dell'anno successivo abbiamo cercato di apportare modifiche per lei a scuola con un successo molto limitato e abbiamo avuto due periodi di completa evitamento scolastico.

Abbiamo trasferito EB a metà anno 5 in una scuola con aule e corridoi insonorizzati, più spazio fisico/bambino e insegnanti con una formazione speciale. Ha ripreso a frequentare la scuola e ha riacquistato fiducia nell'aula di MsTaylor, il cui motto era DORKs: Different Original Responsible Kids. Questo insegnante e questa scuola l'hanno guidata su come difendere se stessa e il coraggio di scrivere usando la penna bianca su libri di lavoro di carta nera a righe bianche di cui ha bisogno per ridurre l'esaurimento cerebrale e abbinare la sua tavolozza mentale sinestetica.

La nostra timida figlia ha iniziato la scuola secondaria nel 2022 e dopo sole 4 settimane ha avuto il coraggio di mettere da parte i normali quaderni di carta bianca e iniziare a usare i suoi quaderni di carta nera. Aveva persino la sicurezza di raccontare ai suoi nuovi compagni di classe la sua sinestesia.

********************************************

Matilde Bauer (27 maggio 2022 12:00-12:19 EDT)

Bowen-Hill, Oscar(1), Mathilde Bauer(1), Magda del Rio(1), Charlotte Rae(1), Ivor Simpson(2), Chris Racey(1) e Jamie Ward(1):

(1) Scuola di Psicologia, Università del Sussex, Regno Unito; (2) Scuola di Ingegneria e Informatica, Università del Sussex, Regno Unito

Sviluppo di un profilo cognitivo e clinico di tipo sinestetico

Le persone con sinestesia hanno straordinarie esperienze "extra" del mondo: le parole possono avere gusti e la musica può essere vista (oltre che ascoltata). Queste esperienze atipiche, sebbene di per sé interessanti, sono importanti perché sono indicative della presenza di un fenotipo neurodiverso che si estende oltre la sinestesia stessa (p. es., legato a differenze nella memoria e nelle immagini, spettro autistico).

Attraverso l'analisi di set di dati comportamentali raccolti da due serie di questionari e una serie di dati di imaging MRI del protocollo HCP che utilizzano cervelli di 100 sinesteti e individui di controllo, speriamo di sviluppare un profilo di tipo sinestesia.

I dati comportamentali includevano la valutazione con; Autism Spectrum Quotient scale (AQ), Glasgow Sensory Questionnaire (GSQ), Anxiety Sensitivity Index (ASI-3), Depression, Anxiety and Stress Scale (DASS-21), Impact of Event Scale – Revised (PTSD) e anche un 5- item misura dell'Ipermobilità come fattore esplorativo. La cognizione generale è stata valutata anche attraverso diverse misure: Big Five Inventory of Personality (BFI-2), un test di memoria in due fasi che ha valutato sia l'accuratezza che la sicurezza, una misura della creatività degli usi alternativi, il Plymouth Sensory Imagery Questionnaire (PSI-Q) e i Ravens Test di intelligenza delle matrici.

Dopo l'analisi preliminare del t-test, ci sono effetti significativi della sinestesia su punteggi di ipermobilità più elevati, problemi di attenzione al cambiamento, attenzione ai dettagli, punteggi di sensibilità sensoriale di Glasgow, tratto BFI-2 Apertura all'esperienza, immagini PSI-Q più vivide (Sensazioni corporee, suoni, Gusto, tatto, vista e olfatto). C'è stato anche un effetto significativo sul test di intelligenza Matrix. Non ci sono stati effetti significativi relativi alle misure di salute mentale.

I dati di entrambi i set di dati di imaging e comportamentali saranno inclusi in un repository di 100 cervelli reso pubblico per un uso indipendente e ai fini di questo poster verranno discussi solo i dati del set di dati comportamentali. 

********************************************

Candita cara (27 maggio 2022, 1:20-1:40 EDT)

Darling, Candita, Natalie Bowling, Michael Bannisy e Shirin Levin:

California State University East Bay, Goldsmiths University, Università del Sussex

Condivido il tuo dolore: SSensibilità all'elaborazione sensoriale e sintomi psichiatrici associati al dolore vicario cosciente

Le persone con sindrome del dolore allo specchio (MPS) riferiscono l'esperienza vicaria cosciente del dolore di un altro individuo all'interno del proprio corpo. Abbiamo incontrato uno spettro limitato di informazioni sulle caratteristiche cliniche della sinestesia e un corpo di letteratura ancora più sparso sul fenomeno del dolore allo specchio. Qui, abbiamo cercato di colmare questa lacuna di informazioni mancanti indagando le caratteristiche cliniche come la sensibilità sensoriale e i sintomi associati a disturbi psichiatrici, nei pazienti che rispondono al dolore speculare rispetto alla popolazione che non risponde. 52 Sinesteti del dolore allo specchio sensoriale localizzato (SLMPS), che sperimentano il dolore vicario come una sensazione fisica localizzata in parti del corpo specifiche, e 178 non responder, che non sperimentano consapevolmente dolore vicario, sono stati valutati per differenze nei sintomi psichiatrici. Questi includevano la sensibilità all'elaborazione sensoriale, misurata sulla scala della persona altamente sensibile, così come la somatizzazione, i tratti ossessivo-compulsivi, la sensibilità interpersonale, i sintomi depressivi, l'ansia, l'ostilità, l'ansia fobica, l'ideazione paranoica e lo psicoticismo come valutato sulla Lista di controllo dei sintomi- 90. SLMPS ha mostrato una sensibilità all'elaborazione sensoriale significativamente elevata, nonché punteggi più elevati in sette dei nove sintomi psichiatrici valutati. I risultati suggeriscono che gli SLMPS sono ad aumentato rischio di disagio psichiatrico e insinuano che i problemi di salute mentale per la popolazione SLMPS potrebbero richiedere attenzione e intervento clinico. Evidenzia inoltre le conseguenze della percezione vicaria per la salute mentale e il benessere nella popolazione in generale.

********************************************

Umut Eldem: (28 maggio 2022 6:40-7:00 EDT)

Conservatorio Reale di Anversa, Belgio

Liberare i colori: associazioni sinestetiche e cross-modali come modello di scoperta musicale nell'istruzione superiore

L'uso di strumenti visivi come ausilio alla pratica musicale personale fa parte del set di strumenti educativi dello studente di musica. Tali strumenti includono marcature visive e colorate sulla partitura per indicare parametri musicali essenziali e rappresentazioni visive di idee musicali come scorciatoie per il processo creativo e analitico non solo nell'interpretazione della musica esistente, ma anche nel processo compositivo stesso. Sebbene tali tecniche visive di solito rimangano a livello personale e subconscio per lo studente di musica, esiste il potenziale di portare la natura delle tendenze cross-modali degli studenti a un livello conscio e collaborativo, facilitando ulteriori approcci audiovisivi di gruppo al musical la pratica. Le esperienze dei musicisti con sinestesia hanno qui un valore inestimabile, sia per incoraggiare l'esperienza sinestetica a far parte del processo musicale, sia per usarla come base su cui si costruisce un vocabolario audiovisivo comune. Ciò consente agli studenti di essere più consapevoli delle proprie tendenze audiovisive nelle proprie pratiche, consente loro di utilizzarlo come metodo consapevole nella propria pratica e di rendere possibili connessioni audiovisive più forti nelle proprie attività artistiche.

In questa presentazione parlerò della mia implementazione dell'esperienza sinestetica e delle associazioni musicali crossmodali in un'aula di istruzione superiore musicale come modello di scoperta musicale e improvvisativa. Nell'ambito di un corso intitolato "Pittura musicale: partiture grafiche e visive in pratica", ho tenuto lezioni sulla storia e la pratica della notazione grafica in una classe di studenti di musica classica. La notazione grafica è una partitura musicale non convenzionale che chiede al musicista di eseguire musica sulla base di determinati disegni e forme visive, invece di un linguaggio prestabilito come la notazione convenzionale. Questo dà più peso alle scelte individuali dei musicisti e al modo in cui interpretano gli stimoli visivi forniti nelle loro esibizioni. Ad integrazione dell'aspetto teorico, ogni lezione prevedeva un momento laboratoriale, durante il quale gli studenti avevano la possibilità non solo di suonare, ma di creare notazioni grafiche e di dialogare sulle proprie pratiche. Ciò ha comportato un esame delle associazioni intermodali inconsce che gli studenti hanno mostrato nell'esecuzione delle partiture grafiche (come le loro tendenze a usare gesti musicali simili nell'interpretazione di determinate forme visive e di colore), nonché una discussione sulle esperienze del presentare agli studenti la sinestesia. Adattando la loro sinestesia suono-colore in questi workshop, oltre a fornire uno spazio a questi studenti per parlare delle loro esperienze, è stato possibile costruire un vocabolario audiovisivo comune condiviso tra gli studenti. Questo è stato poi utilizzato nella creazione di musica basata su spartiti grafici entro i confini di tale vocabolario. Di conseguenza, gli studenti sono stati in grado di essere attivamente consapevoli dei reciproci gesti musicali. L'uso di elementi visivi nel processo di creazione musicale è diventato anche più raffinato nelle pratiche individuali degli studenti. La discussione e le attività incentrate sulla sinestesia e sulle associazioni cross-modali possono quindi avere un vantaggio prezioso per lo sviluppo degli studenti di musica.

********************************************

Carrie Firman (28 maggio 2022 6:00-6:19 EDT)

Edgewood College, Madison, WI, USA

I miei pensieri sono apparsi nel cielo: un sinesteta incontra l'aurora

La sinestesia (così come altre manifestazioni di neurodiversità) e l'aurora sono sempre esistite, ma fino a tempi molto recenti sono rimaste misteriose. Questi misteri hanno portato alla paura in alcune comunità e alla celebrazione in altre. Mentre le culture che sperimentano le luci polari continuano a tramandare le credenze tradizionali sul loro significato, la spiegazione scientifica che ora abbiamo per il fenomeno è prevalente e accettata. Allo stesso modo, man mano che la nostra conoscenza del cervello continua a crescere, l'integrità e la singolarità dell'esperienza percettiva di ogni individuo stanno gradualmente guadagnando comprensione e accettazione.

Anche se sperimento alcuni tipi di sinestesia, la mia capacità di percepire il suono come forme astratte con movimento e colore sulla tela scura dell'occhio della mia mente è stata la base principale della mia pratica di arte visiva e design dal 2009. Un avido viaggiatore, ho fatto un salto alla possibilità di progettare un progetto che mi ha portato in una nuova posizione quando si è presentata l'opportunità nel 2019. Quell'autunno ho trascorso due mesi nell'Artico norvegese, studiando le basi scientifiche, le connessioni culturali e l'esperienza umana dell'Aurora Boreale. Insieme a un saggio che descrive questi argomenti, ho prodotto fotografie e time lapse dell'aurora boreale, che sono serviti come materiale di riferimento per quattro opere d'arte digitali. Questi video in motion graphics interpretano visivamente clip di musica strumentale ambientale, scelti per la loro capacità di attivare immagini con somiglianze con l'aurora secondo la mia esperienza sinestetica sonoro-visiva.

Nel corso della storia, ci sono resoconti di culture in tutto il mondo che esprimono una gamma di emozioni, interpretazioni e narrazioni quando incontrano le luci polari. Molte società incorporarono l'aurora nei loro sistemi di credenze, come i Vichinghi, che le interpretarono come i riflessi degli scudi delle Valchirie mentre sceglievano quali guerrieri sarebbero entrati nell'onorato aldilà nel Valhalla. D'altra parte, ci sono registrazioni di aborigeni dell'Australia (in particolare Gnai e Dieri) che vedevano l'Aurora Australis come spiriti minacciosi o maligni. Tali differenze di interpretazione sono dovute principalmente a quali colori e forme erano visibili e alla regolarità con cui quelle persone sperimentavano l'aurora. Ciò è determinato dalle condizioni atmosferiche e dalla presenza solare alla loro latitudine.

Dopo aver visto per la prima volta il colore e il movimento dell'aurora, sono stato colpito da un raro e specifico stato di timore reverenziale e di riconoscimento, fino ad allora provato solo osservando le opere d'arte di sinesteti che imitavano da vicino la mia esperienza. È l'unica volta in cui la natura ha creato un tale incontro, ed è stato molto più forte del previsto. Le qualità fugaci, stratificate, trasparenti, commoventi e mutanti dell'aurora su uno sfondo scuro somigliano tutte alla mia percezione sinestetica della musica ambient senza testi, sebbene la tavolozza dei colori della mia mente vari più del cielo notturno polare. Il mio lavoro sull'aurora boreale ha unito arte, design, scienza, storia e antropologia per esplorare il valore della percezione individuale e culturale, nonché l'intersezionalità dell'indagine.

********************************************

Allison Glenn: (28 maggio 2022 4:20-4:40 EDT)

University of Saskatchewan

Dimensioni del suono: un esperimento di collaborazione multimediale

Due cortometraggi di animazione Sopra il Diluvio Nella mischia sono stati realizzati in collaborazione con la Saskatoon Jazz Orchestra (SJO), Canada, per un progetto chiamato Dimensioni nel suono, simulando i fenomeni di sinestesia sonora. Questo progetto sperimentale ha studiato come la crostesia potrebbe ispirare nuove partiture musicali che in cambio potrebbero essere interpretate dall'artista visivo sinesteta per sviluppare animazioni. Questo progetto si basa su una precedente collaborazione con l'orchestra nel 2018, quando è stata realizzata un'animazione 3D per includere forme che rappresentano categorie di strumenti: percussioni, ottoni e fiati, per simulare i movimenti che il sinesteta ha "visto" nella sua mente. L'aspetto visivo di questi progetti - animazione per simulare l'esperienza del suono - è stato realizzato con l'intento di coinvolgere il pubblico a conoscere meglio questo fenomeno neurologico e contemplare le proprie esperienze musicali.

Il team di collaborazione multimediale includeva l'autore (un artista visivo), compositori di musica, musicisti SJO, artisti visivi e editor di video. Il progetto è iniziato con esperimenti preliminari: due compositori musicali, Paul Suchan e Silas Friesen, hanno presentato all'autore una serie di suoni per le risposte specifiche della sinestesia. I compositori hanno quindi creato partiture che sono state registrate dalla SJO. I film sono stati creati selezionando prima filmati open source che catturavano le forme fluttuanti, circolari e fluide che ricordavano i suoni visivi che si trovano nella musica. Utilizzando un metodo di animazione del rotoscopio, le riprese video sono state trascritte in migliaia di disegni dall'autore e dal suo team. Nel rispondere alla musica per Sopra il Diluvio, ha studiato le forme e i movimenti dei subacquei d'alto mare e delle creature marine sottomarine. Per Nella mischia ha selezionato una pellicola vintage danneggiata che potesse catturare le forme astratte graffianti e pittoriche.

Uno degli obiettivi del progetto era presentare i film a un pubblico internazionale più ampio attraverso i festival cinematografici. Dopo la sua uscita nell'ottobre 2021, Sopra il Diluvio è stato selezionato per diciannove festival cinematografici tra cui Cinequest (USA). Ha ricevuto sei premi da London Movie Awards (Regno Unito), Five Continents Film Festival (Venezuela), Independent Shorts Awards (USA), IndieX Film Festival (USA) e LA Feedback Film Festival (USA). Nella mischia è stato distribuito all'inizio di dicembre 2021 ed è stato selezionato per otto festival cinematografici tra cui il Canadian Film Fest e da allora ha ricevuto premi dagli Independent Shorts Awards (USA) e dall'Indie Short Fest (USA).

Nel giugno 2022, il progetto culminerà con un concerto dal vivo ospitato dalla SJO durante il quale verranno proiettati i film dietro l'orchestra che suona le composizioni. Questo evento sarà trasmesso in live streaming e disponibile sul sito web della SJO. In collaborazione con il Saskatchewan Deaf and Hard of Hearing Services (SDHH), l'evento includerà anche elementi coinvolgenti per i membri del pubblico con problemi di udito. Per fare ciò in modo efficace, l'orchestra posizionerà gli altoparlanti per catturare le vibrazioni di frequenza amplificate nei posti a sedere e le interpretazioni nella lingua dei segni delle introduzioni e di altri elementi verbali del concerto. Il Dimensioni nel suono progetto è stato finanziato dal Canada Council for the Arts.

********************************************

Marina Karaseva: (28 maggio 2022 5:20-5:39 EDT)

Nuovi modi di sviluppare un senso di sinestesia nel corso del solfeggio moderno

La proposta di intervento del convegno è dedicata agli aspetti metodologici dell'esame del fenomeno della sinestesia. L'autore dimostrerà varie opportunità per l'applicazione pratica degli effetti della sinestesia nell'educazione musicale sulla base della propria metodologia. Saranno individuati i principali gradi psicologici nel corso di ear training. La posizione e l'importanza dello studio della percezione sinestetica sarà sottolineata nel contesto delle altre forme dell'orecchio musicale migliorando, in particolare, l'udito stilistico. Verrà divulgata la specificità dell'interrelazione tra percezione sinestetica ed emozioni nel processo di ascolto della musica. Il discorso sarà dotato di una tabella delle principali submodalità sensoriali che può essere utile in pratica per l'insegnante di musica che si occupa di ear training. Inoltre, ci saranno alcune raccomandazioni pratiche relative ai metodi di studio della sinestesia a diversi livelli di educazione musicale.

********************************************

Jingyi Li: (28 maggio 2022 02:40-02:29 EDT),

Università di Granada

Gli oli essenziali e materiale correlato

Basandosi sullo studio di “Rappresentazione artistica sull'olfatto e sul gusto di sinestesia del caffè” (2019) e anche sulla parte teorica dall'aromaterapia, negli ultimi due anni (2021 – 2022), ho continuato a studiare da solo la rappresentazione visiva del odore di oli essenziali e anche dei loro materiali correlati con il tema dell'olfatto. Come abbiamo potuto vedere, il vocabolario che usiamo per descrivere gli odori e condividere i sentimenti a volte è molto pallido. Possiamo usare quasi solo una "metafora convenzionale e ambigua" per descrivere un profumo complesso e sottile e come ci si sente. Il verificarsi della sinestesia ha infranto in una certa misura i limiti dei fattori fisiologici generali, consentendo ai sinesteti di osservare la loro esperienza quotidiana da una prospettiva diversa e innescando la riflessione su nuove possibilità. Ciò che si riflette in me è che la sinestesia mi dà la capacità di “descrivere gli odori nel linguaggio delle immagini”. Va ribadito che non sono contrario al vantaggio della lingua. In realtà, nella maggior parte dei miei lavori, c'è spesso una combinazione di parole e dipinti, spero solo di migliorare la comprensione e la comunicazione della "delicatezza e unicità dell'esperienza sensoriale umana" attraverso questo approccio complementare. Quindi, questo lavoro mira a dimostrare l'espressione dell'olfatto con l'immagine visiva e studia principalmente la sinestesia personale manifestazione visiva di 67 odori, inclusi 46 oli essenziali e 21 materiali correlati, con un totale di 90 esperienze che includono 23 ripetute esperienze di determinati odori in condizioni uguali o diverse. Con il metodo di ricerca dell'olfatto i profumi dei diversi oli essenziali e materiali correlati, cattura le caratteristiche di ogni odore, e registra le sensazioni olfattive attraverso linee, colori, grafici e ho anche lasciato dei supplementi di testo che spiegano in dettaglio la situazione, il mio stato emotivo e cosa potrebbe essere cambiato durante questo periodo. Dopo aver completato questo passaggio, unirò le basi dell'aromaterapia se necessario, classificherò gli odori con proprietà simili in base a regole di classificazione diverse, confronterò le somiglianze e le differenze nell'immagine, quindi studierò ulteriormente l'associazione e la possibilità di causare differenze.

********************************************

Cristóbal César Martínez García (27 maggio 2022 12:40-01:00 EDT)

Università Nazionale Autonoma del Messico

Sinestesie funzionali: un approccio sinestetico alla comprensione del rapporto tra musica e architettura

In qualità di Grafema Sinesteta, Musicista e Compositore Professionista, Master in Progettazione Architettonica e Artista Visivo, ho ideato e proposto un sistema sinestetico e pedagogico in cui il progetto architettonico e la partitura musicale convergono in una simbiosi grafica che permette di trasformare volumi e spazi al suono e al silenzio e all'inversione di questo processo. In questo modo un edificio architettonico o una struttura fisica di qualsiasi tipo può essere udito come un suono organizzato e, inversamente, la musica (suono organizzato e silenzio) può essere trasformata in una struttura fisica.

********************************************

Emily Pizzorusso (27 maggio 2022 1:00-1:20 EDT)

Pizzorusso, Emily(1) e Sean A Day(2):

(1) Università Vanderbilt; (2) Collegio tecnico del Tridente

Colora il mio mondo: identificare le differenze tra femmine e maschi nei tipi e nei gruppi di sinestesia

Sperimentiamo il mondo ogni giorno attraverso i nostri sensi, ma per alcuni questi sensi sono intensificati e intrecciati a causa di un fenomeno noto come sinestesia. Esistono dozzine di tipi di sinestesia, ma il più comune è il colore del grafema. Questa è l'associazione tra grafemi (numeri/lettere) e colori, che è esibita dal 64% dei sinesteti. È stato riportato in letteratura che maschi e femmine sperimentano questo tipo di sinestesia alla stessa velocità. Tuttavia, la maggior parte degli studi esamina solo i tassi femminili e maschili nei tipi più comuni di sinestesia, lasciando trascurato il 94% dei tipi meno comuni. Pertanto, non è chiaro se questo rapporto 1:1 tra femmine e maschi sia valido per tipi di sinestesia meno comuni. Per rispondere a questa domanda, i dati dell'archivio pubblico sono stati analizzati per determinare le differenze tra i tassi femminili e maschili in vari tipi di sinestesia. Questo studio ha una delle dimensioni del campione più grandi in letteratura. I dati sono stati raccolti da 299 maschi e 923 femmine che hanno sperimentato collettivamente 19 diversi tipi di sinestesia, rientrando nei cinque principali cluster di sinestesia. I risultati non hanno rivelato differenze significative tra la prevalenza della sinestesia tra maschi e femmine per qualsiasi tipo o gruppo di sinestesia (p > 0.05). Il rapporto medio tra femmine e maschi era 1.14:1 e le femmine non avevano una probabilità significativamente maggiore di avere più di un tipo di sinestesia rispetto ai maschi (50.49% contro 47.49%, p > 0.05). In definitiva, la ricerca sui cervelli atipici è fondamentale per capire perché tutti noi percepiamo, agiamo e ci comportiamo in modi diversi.

********************************************

Anton V. Sidoroff-Dorso (27 maggio 2022, 11:20-11:39 EDT)

Utilizzo del quoziente di sinestesia per identificare i predittori psicologici della condizione

Abbiamo utilizzato un inventario del quoziente di sinestesia ridotto, una batteria di sinestesia (Eagleman) e dati ottenuti con inventari come la tolleranza alle scale di ambiguità, il questionario sui confini psicologici della personalità (Hartmann), le scale di ricerca delle sensazioni (Zuckerman) e le scale della struttura del temperamento (Rusalov). Abbiamo semplificato l'inventario SynQ per identificare il numero di tipi di sinestesia e la loro somiglianza/distinzione cognitiva e sensoriale, variando così quantitativamente il grado individuale di sinestesia da 0 a 4.

Un gruppo di 55 soggetti con sinestesia congenita ha partecipato allo studio con 55 controlli abbinati. La sinestesia di ogni partecipante (o la mancanza di tale) è stata verificata prendendo la batteria di sinestesia. Abbiamo applicato l'analisi di correlazione di Spearman e la regressione logistica binomiale per costruire un modello di stima della probabilità se il set di dati continuo di un individuo rientra in una delle due categorie di una variabile dipendente dicotomica: possedere o mancare di sinestesia congenita.

Abbiamo costruito un modello statisticamente valido (x2=71,7; p<0,01) con un alto valore di determinazione multipla (R2 di Nagelkerke = 0,639). La probabilità complessiva di previsioni corrette nel modello è dell'83.6%. All'interno del modello sono stati identificati valori statisticamente significativi (p<0,05) di variabili indipendenti ottenute tramite quattro sottoscale specifiche. È stato riscontrato che tre delle quattro sottoscale sono correlate positivamente con il SynQ. Concludiamo che non solo il quoziente di sinestesia è uno strumento di quantificazione applicabile, ma può anche essere utilizzato per identificare in modo affidabile i predittori psicologici della condizione.

********************************************

Jasmin Sinha (28 maggio 2022, 04:40-05:00 EDT)

Un altro tipo di trinità: sinestesia, alta sensibilità e dono

Descrivere le percezioni sinestetiche risponde alla domanda: “COSA percepisco? QUAL è la sua natura, come mi appare/odora/si sente?” Mettere in parole una tale percezione è come scattare un'immagine polaroid dell'occhio di una mente, mostrando solo uno sguardo momentaneo.

Una descrizione istantanea di una percezione sinestetica da sola, tuttavia, non spiega l'intensità o il forte legame emotivo che i sinesteti riferiscono spesso sulle loro percezioni. Né l'output sinestetico fornisce indicazioni sul perché dovrebbe essere sfruttato e per quale scopo. Ma molti sinesteti sono molto creativi nel modo in cui applicano la loro sinestesia personale nella vita quotidiana. Questo porta a due importanti domande di follow-up.

"COME mi modella la mia percezione sinestetica, COME mi fa SENTIRE, QUANTO PROFONDA la sento?" Il concetto di alta sensibilità (Aron 1996) fornisce una spiegazione dell'intensità che molti sinesteti conoscono così bene e contribuisce quindi a una migliore comprensione della propria personalità. Inoltre, può supportare enormemente una comunicazione migliorata con un ambiente non sinestetico.

"Qual è il prossimo? Ora che sono consapevole delle mie percezioni sinestetiche, come posso sfruttarle al meglio, a cosa serve e PERCHÉ dovrei sfruttarle?” Applicare il concetto di talento può essere utile per alunni, giovani studenti e genitori nello sviluppo di tecniche di apprendimento creative e nell'adozione di scelte professionali adeguate, nonché per affrontare la sindrome dell'impostore.

Il confronto dei tratti della personalità di sinesteti, persone altamente sensibili e dotate mostra una notevole sovrapposizione (Reichardt 2016). Nel mio intervento mostrerò come questa prospettiva della "trinità" possa essere benefica per lo sviluppo della personalità dei sinesteti, con particolare attenzione ai giovani sinesteti che sono in una fase di apprendimento e formazione e che stanno per prendere decisioni (es. professionale), a giovane età, con un impatto permanente.

********************************************

Ninghui Xiong (28 maggio 2022, 04:00-04:19 EDT)

Pittura Musica Arte Synaesthesia Studio, Pechino, Cina

Promuovere la consapevolezza della sinestesia attraverso i giochi nelle scuole delle regioni povere/remote

Nel periodo 2012-2019, l'autore ha preso parte ad alcune attività di beneficenza pubblica organizzate da alcune istituzioni (Huayi Brothers Fund, Airbus Fund ecc.). Uno degli obiettivi è promuovere la consapevolezza della sinestesia degli studenti nelle scuole delle regioni remote o povere. A differenza delle solite indagini di sinestesia, l'autore ha utilizzato giochi collettivi cross-sensoriali e di sinestesia per tutti gli studenti (sinesteti e non sinesteti) al fine di esaminare come gli studenti possono percepire qualsiasi risposta sensoriale incrociata.

All'inizio gli studenti si sentivano smarriti di fronte a cose che non erano mai state menzionate nelle loro lezioni e non sapevano come rispondere. Ma sono stati presto attratti dalle nuove domande come, qual è il movimento dei colori, come suona il colore e cosa significa la forma di Kiki e Bouba e così via.

Rispetto alla modalità di insegnamento quotidiana basata sul trasferimento passivo delle conoscenze, la pratica cross-sensoriale e la sinestesia possono aiutare a stimolare l'interesse degli studenti alla loro partecipazione ed esplorare la propria capacità di espressione facilitando il cross-talk nel cervello secondo le neuroscienze. Si ritiene che ciò rafforzerà le loro abitudini di pensiero indipendente e diventerà un punto di partenza per coltivare la creatività. Inoltre, in questo processo, l'autore ha anche progettato una serie di installazioni interattive cross-sensoriali e sinestetiche, che possono essere utilizzate nell'insegnamento o possono esistere indipendentemente come opere d'arte.

Lascia un Commento